Crossover: 5 serie che ci piacerebbe vedere

Alcuni di voi saranno a conoscenza del fenomeno Superwholock. Il termine identifica il crossover forse più popolare fra i fan, ovvero quello che lega i telefilm Supernatural, Doctor Who e Sherlock.

Ma torniamo un attimo indietro.

Crossover, di cosa di tratta?

Wikipedia ci informa che il termine viene dall’inglese to cross over, ovvero passare dall’altra parte e, tralasciando i significati automobilistici, fumettistici o musicali, in ambito televisivo viene ad indicare quegli episodi in cui un personaggio di un telefilm fa la guest star in un altro telefilm. Magnum PI ne La Signora In Giallo (cose che esistono davvero), ad esempio, o Xena su Hercules o ancora Buffy ed Angel (un elenco interessante di crossover realmente esistenti lo si può trovare a questo link).

Crossover e fandom

Nel magnifico mondo dei fan i crossover sono all’ordine del giorno: certo, non si verificano concretamente nel prodotto di interesse (anche se qualche prova dell’esistenza di Doctor Who nel mondo di Sherlock ci è stata davvero data), ma vengono immaginati attraverso fanfiction, fanarts e headcanons altamente sviluppati (un piacevole gifset di esempio).

Crossover del cuore

La domanda, dunque, sorge spontanea: quali sono i crossover migliori? Ognuno di voi ha sicuramente la sua personale risposta e anche fra di noi di fanheart ci sono idee diverse in merito. Vengo a voi dunque con una personale classifica in cui troverete non i più popolari o i più famosi, ma cinque che, anche se creati su fandom apparentemente scollegati, avrebbero tutte le carte per funzionare.

E sì, in caso ve lo steste chiedendo, la componente slash è fortemente presente in tutti e cinque. Per moderare tale aspetto, fanheart vi offrirà un secondo articolo sul tema in oggetto nelle prossime settimane. Ma intanto il potere del pulsante “pubblica” è nelle mie mani e quindi… andiamo a vedere (cit. Alberto Angela).


1. PERSON OF INTEREST / LOST

 

Da dove viene Harold Finch? Qual è la sua storia? Cosa cela il suo misterioso passato? …Un crossover che tenta di rispondere a tutto ciò, con al centro uno degli attori (e personaggi) cult degli ultimi anni.

Da sapere

– il produttore e co-creatore è il medesimo (J. J. Abrams) per entrambi gli show;

Michael Emerson (Ben Linus in LOST e Harold Finch in Person of Interest) interpreta un Harold ambiguo ed indefinibile su cui è quasi impossibile, per lo meno nella prima stagione di Person of Interest, scoprire alcunchè. Tutta la sua vita e la sua persona sono nascoste dietro una salda ed elegante diffidenza;

– Il personaggio del (defunto) migliore amico di Harold, Nathan Ingram, è interpretato dall’attore Brett Cullen, già Goodwin Stanhope in LOST: Goodwin era il braccio destro di Ben Linus nonchè l’assassino di uno dei sopravvissuti dell’Isola di nome… Nathan, guarda caso. Parliamone.

– Lo show stesso, sapendo che noi fan siamo così, si diverte a lanciare qua e là qualche riferimento intelligente che collega i due telefilm, che passa inosservato ai più, ma viene inevitabilmente colto da chi, come la sottoscritta, ha passato ore a cercare di venire a capo dei misteri dell’Isola.

Battuta realmente pronunciata da Finch in Person of Interest
Altra battuta realmente presente in Person of Interest

Cosa vorremmo

Che John (Reese, il co-protagonista e “mastino privato” di Harold) scoprisse la verità. E che Finch si trovasse nella posizione di dovergli spiegare il suo più grande segreto, la sua vera identità e il suo (terribile) passato. Il tutto magari cercando di salvargli la vita (add some angst and I’m happy)

(fonte)

 


2. SHERLOCK / THE HOBBIT

 

Lo sappiamo. Molti di voi mi odieranno per questa scelta. Nulla, mi è stato detto, deve frapporsi fra Sherlock e John. E davvero, non vogliatemene, amo questa ship tanto quanto voi. Il problema è che la conclusione de Lo Hobbit è stata fatale per quella parte di fandom che adorava il rapporto fra Bilbo e Thorin… non solamente per Quel Fatto Tragico che tutti conosciamo… ma anche perchè, per arrivare ad esso, siamo passati praticamente per la canonizzazione della ship (e che se ne dica, pare sia proprio un dato di fatto).

L’unica salvezza viene, al solito, dalle fanfiction e si sa che una cosa che i fan amano anche di più delle fix-it sono le storie in cui il canon viene rispettato ma succede qualcosa che rende tutti felici e dona il lieto fine mancato.

Nello specifico… reincarnation fic anyone? E quale setting migliore di Londra, 2014?

Da sapere

– I fan di Sherlock avevano già immaginato la presenza dell’attore Richard Armitage (Thorin in The Hobbit) nel ruolo di Sebastian Moran.

– Anche Benedict Cumberbatch era ne Lo Hobbit. Come Smaug (e non solo) e quindi nel ruolo del cattivo.

– John Watson e Bilbo verrebbero dalle mie parti definiti entrambi come “bronse cuerte”… che nel nostro caso sta ad indicare un personaggio apparentemente calmo che nasconde un animo da badass.

Cosa vorremmo

(link al picset completo parte 1 | parte 2)


3. INCEPTION/500 DAYS OF SUMMER/ROCKNROLLA

 

148 minuti di film e meno di 10 brevissime scene che li mostrano sullo schermo assieme (link) sono stati sufficienti a dare origine ad una delle ship più amate: Arthur/Eames (dreamhusbands) è il pairing principale di Inception e i due attori che li interpretano, Joseph Gordon-Levitt e Tom Hardy, hanno stimolato la nascita di numerosi fandom “spin-off“, fra cui il principale è quello che supporta la ship Bane/Blake (Batman di Nolan). Questi fandom sono quasi esclusivamente basati sul concetto di crossover con Inception. Come si sono incontrati? Chi erano prima di diventare Arthur ed Eames? …Le risposte si sprecano (Mysterious Skin, Warrior, Black Hawk Down, …), ma questa funziona che è uno spettacolo.

Da sapere

– Tom Hansen (Joseph Gordon-Levitt in 500 Days of Summer) ha un profondo interesse per l’architettura e il costruire mondi. L’headcanon vuole che chiunque fosse a capo del progetto di sperimentazione con il Pasiv (la macchina dei sogni usata da Cobb e colleghi in Inception) l’abbia scelto come “cavia” proprio per questa sua capacità visionaria che, come stile, ricorda effettivamente molto le architetture che vediamo nei sogni di Arthur…

(fonte)

Ricordiamo, poi, che l’ultima scena del film ci mostra un Tom tutto elegante ad un colloquio di lavoro per un’importante azienda non ben identificata…

– Da sfigatello con capello schiacciato Tom Hansen chiude il film con un look decisamente più maturo e… familiare.

(fonte)

L’espressione stessa ha la severità di quella di Arthur. La trasformazione è palesemente in corso e ci piace molto.

– In Rocknrolla Tom Hardy interpreta Handsome Bob, un criminale da quattro soldi, gay, che gioca a carte e le cui attività poco legali, agevolate da capacità seduttive adeguatamente sfruttate e decisamente efficaci, ben si abbinano con quel poco che sappiamo di Eames (che, ricordiamo, in Inception è il falsario e si trasforma fra gli altri in una bellissima donna su cui il soggetto si sente libero di proiettare il proprio… subconscio)

(gifset 1 completo | gifset 2 completo)

Cosa vorremmo

Frammenti del cuore infranto e sensibile di Tom che emergono lentamente dai perfetti completi in giacca e cravatta di Arthur. Ed Eames che porti Arthur a conoscere la sua vecchia banda, the Wild Bunch. Immaginiamo le reazioni.

(gifset completo)


4. LES MISERABLES / PADRI E FIGLIE

 

Ho provato a trattenermi, davvero, ma un articolo in cui non si nomini almeno una volta un film con Jacko o Rusty rattrista il mio animo usualmente lieto.

A mia giustificazione posso affermare che Padri e Figlie è stato palesemente pensato da Muccino (il Moffat Italiano) come una reincarnation fic de I Miserabili. Che lui non ne sia consapevole è solamente un dettaglio trascurabile. Comprenderà egli stesso i risultati delle sue scelte di casting dal 17 novembre, data di uscita del film negli States. Beware, Gabriele, the gifsets are coming.

Da sapere

– Russell Crowe è Javert in Les Mis, Jake Davis in Padri e Figlie;

– Amanda Seyfried è Cosette in Les Mis, Katie in Padri e Figlie;

– Cosette è figlia adottiva di Jean Valjean in Les Mis. E Cosette è figlia di “Javert” in Padri e Figlie.

Cosa vorremmo

Sostanzialmente, la scoperta del secolo da parte di Jean Valjean: Javert is the best dad ever.


5. MISSION IMPOSSIBLE / ROCK OF AGES

 

Vogliamo osare. Avremmo potuto citarvi molte altre combinazioni di titoli di film in questo ultimo punto (Mission Impossible/Hot Fuzz, House MD/L’attimo fuggente, Le iene/Lie to me, …), ma l’accostamento di queste due pellicole è troppo assurdo per non essere preso in considerazione.

Da sapere

– Ethan Hunt usa spesso travestimenti e le sue missioni sono… impossibili, ovviamente. Perché non collocarne una nel mondo dello spettacolo?

– Mai personaggi furono più diversi di Stacee Jaxx e Ethan Hunt. Ed è proprio per questo che immaginare il processo di “appropriazione del ruolo” che l’agente dovrebbe svolgere per entrare adeguatamente nella parte ci diverte così tanto.

 

(gifset 1 completo | gifset 2 completo)

Cosa vorremmo

– Abbiamo fisicamente bisogno di vedere l’espressione che il personaggio di Simon Pegg (ovvero la damigella in pericolo di Mission Impossible: Rogue Nation) farebbe vedendo il suo fidanzato amico fare la prova costume/trucco o cantare in queste spoglie.

 

(gifset 1 completogifset 2 completo)


Eccoci qua, al termine di questo piccolo viaggio fra le fantasie assurde dei fan (e della sottoscritta). Tutto ciò che ci rimane da fare, ora, è aspettare che Daniel Brühl faccia la sua comparsa in Civil War e ci dia finalmente la scusa per fantasticare su una sua potenziale ship con Thor. E se capite il riferimento, un abbraccio di incoraggiamento anche a voi.

 

by Agnese (che vuole un crossover fra la sua vita e Il Signore degli Anelli da più di dieci anni)


Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011