50 Shades of Iron – Iron Bull e il vero Dominatore

ATTENZIONE
IL SEGUENTE ARTICOLO CONTIENE TEMATICHE NSFW – SESSO, VIOLENZA, BDSM.

 

QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU DRAGON AGE ORIGINS, DRAGON AGE II E DRAGON AGE INQUISITION. NON LEGGETE SE NON VOLETE ROVINARVI LA SORPRESA.

 

Iron Bull Tarot Card Fonte: http://img4.wikia.nocookie.net/__cb20141130194216/dragonage/images/f/f4/Iron_Bull_tarot.png

In questi giorni si è fatto un gran parlare di 50 Sfumature di Grigio, e di cosa significhi avere una sana e sicura relazione BDSM col proprio/con la propria partner. Molto si è discusso, grande è stato il flame, e più di una fangirl si è sentita dare della pervertita o dell’idiota, sia da una parte che dall’altra della barricata.

Da parte mia, non posso, in tutta onestà, dare un’opinione sul libro o sul film (se non per sentito dire, e grazie numerosi estratti del libro letti su Tumblr. Ad ogni modo, ciò che ho sentito su Christian Grey e su come si relaziona alle donne grida vendetta a Zeus), semplicemente perché, mentre tutti leggevano/andavano a vedere 50 Sfumature, io giocavo a Dragon Age. E l’unica relazione BDSM sulla quale posso fare dei commenti, di conseguenza, è quella con Iron Bull.

L’unica degna di questo nome.

Ma partiamo dai fondamentali. Un po’ di foreplay ci sta sempre, non è così?

Chi è Iron Bull?

Iron Bull, Immagine Promozionale Fonte: http://img4.wikia.nocookie.net/__cb20140925191731/dragonage/images/6/6b/Iron_Bull_Promo.jpg

Iron Bull è un qunari, una razza di creature alte due metri, e dalle lunghe corna, proveniente dall’estremo nord del Thedas.

I qunari non sono propriamente una razza, ma una filosofia, una religione, un’identità collettiva. Essi seguono il Qun, una raccolta di precetti stilata dal filosofo Koslun, che indica dettagliatamente ai suoi seguaci la via da seguire per vivere una vita serena e controllata, libera da violenza e sofferenze.

Ogni qunari ha un ruolo che gli viene assegnato in tenera età, a seconda delle proprie inclinazioni (sacerdotessa, contadino, soldato, ecc.). Tale ruolo non è solo una funzione da svolgere all’interno della società, ma l’essenza, la natura stessa del qunari (sotto il Qun non esistono nomi, ma titoli. Sten, il qunari nel party di Dragon Age Origins, spiega a Zevran che Sten vuol dire sì “soldato”, ma che non è un titolo, «It is who I am»).

Chiunque disubbidisca al Qun è destinato ad una vita infelice. Non solo perché cercare di percorrere una strada contraria alla propria natura porta inevitabilmente all’insoddisfazione, ma perché, se decidi di andare contro i precetti del Qun, verrai immediatamente affidato alle amorevoli cure dei Rieducatori, simpatici funzionari che cercheranno con tutte le loro forze di «convincerti» a tornare sulla retta via: prima con giorni e giorni di tortura psicologica e fisica (digiuno forzato, umiliazione, tutto il pacchetto da regime totalitario), poi con la somministrazione di droghe che annullano la volontà. Nel peggiore dei casi, se il malcapitato si dimostra resistente ad ogni tentativo, viene a malincuore giustiziato.

Chi riesce a sfuggire al Qun diventa Tal-Vashoth, un Senza Anima, un Disertore. Nel Thedas, molti Tal-Vashoth vivono come rinnegati, depredando le carovane o saccheggiando villaggi, mentre altri offrono i loro servigi come mercenari. Altri ancora vivono una vita tranquilla, lontano dai territori qunari, come un qualsiasi umano libero. In ogni caso, i Tal-Vashoth sono disprezzati dai «veri» qunari, e da essi sistematicamente eliminati, perché, stando al Qun, chiunque lo rifiuti è un vigliacco, destinato a cedere alla natura selvaggia e distruttiva di chi ne rifiuta i precetti.

I Qunari Fonte: http://img1.wikia.nocookie.net/__cb20130902021109/dragonage/images/e/e3/Qunari_DA2.png

Iron Bull nasce sotto il Qun, e viene cresciuto in una delle tante unità di bambini sotto la cura delle Tamassran, sacerdotesse parte della Matriarchia (Ariqun, uno dei tre pilastri che governano i qunari. Gli altri due sono Arishok, che guida la forza militare, ed Arigena, a capo degli artigiani) che si prendono cura dei piccoli e ne decidono il ruolo.

Sotto il Qun non esistono famiglie, quindi Iron Bull non sa chi siano i suoi genitori. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, però, la cosa non lo sconvolge affatto, anzi, ci scherza sopra («Qunari don’t have mothers, remember?»). Il vero nome di Iron Bull è Hissrad, Mentitore, visto che, a quanto dice lui: «I could hit stuff and lie». Grazie a ciò, viene selezionato per diventare un Ben-Hassrath, un membro della polizia segreta dei qunari – o per meglio dire, una spia.

Crescendo, Iron Bull affina i suoi talenti, diventando il prototipo del Ben-Hassrath d’elite: arguto, intelligente, determinato, ma allo stesso tempo generoso, protettivo e capace di pensare con la propria testa. Salva interi carichi di schiavi dalle navi che li deportano nel Tevinter, è fedele ai suoi compagni, trova il lato positivo in ogni aspetto del Qun.

Vista la sua abilità, viene mandato nel Seheron, un’isola occupata dai qunari, e contesa da tempo immemore tra loro e il Tevinter. Lì, Iron Bull deve affrontare ribelli, incursioni nemiche, Tal Vashoth assetati di sangue, e in generale l’atmosfera di terrore di un paese in perenne stato di guerra. Vive disperazione, dolore e morte ogni giorno sulla propria pelle e su quella dei suoi compagni.

Una mattina si sveglia, e scopre di non riuscire a trovare più una ragione per fare il suo lavoro.

Si consegna dunque ai Rieducatori.

I Ben-Hassrath, allora, gli ordinano di andare ad Orlais – un impero prevalentemente umano non ancora sotto il controllo del Qun – fingendosi un Tal-Vashoth.

Ad Orlais, Hissrad sceglie il suo nuovo nome, Iron Bull, e comincia la sua nuova vita da mercenario.

Dopo aver passato un paio d’anni nella compagnia di Fisher, si distacca e fonda la sua banda di mercenari, i Bull’s Chargers.

I Bull’s Chargers sono duri, sono giusti, e non uccidono gli ostaggi. Sono uomini e donne d’onore appartenenti ad ogni razza, credo e background. Iron Bull accetta tutti, non importa il loro passato, basta che sappiano combattere. Non vuole convertire né educare, e chiunque regga bene una serata di bagordi in sua compagnia per lui è un tipo a posto!

È proprio con i Bull’s Chargers che lo ritroviamo, all’inizio della campagna principale di Dragon Age Inquisition.

Mentre state uscendo dalla chiesa di Haven, vi imbatterete nel luogotenente nonché braccio destro di Bull, Kremisius Aclassi detto Krem (di Krem parleremo più approfonditamente più avanti, in un articolo a sé). Kem vi informerà che il leader del Bull’s Chargers vuole lavorare per l’Inquisizione, ossia per voi.

Se accetterete l’offerta, dovrete dirigervi alla Storm Coast, dove aiuterete Iron Bull e i suoi uomini a sconfiggere alcuni Venatori (fanatici del Tevinter). Una volta conclusa la battaglia, partirà una cutscene in cui Krem e Iron Bull scherzeranno tra loro da veri maschi col testosterone a livelli di guardia – a metà tra la gara di rutti e le peggio battute in stile: «ti derido pesantemente ma sotto sotto ti amo, bro». Dopodiché, Iron Bull si presenterà.

E già cominciamo benissimo, poiché vi confesserà, molto candidamente, di essere una spia qunari, inviata per infiltrarsi e riferire ai Ben-Hassrath sull’Inquisizione.

Come avrete notato, Iron Bull non ha nemmeno un globulo bianco discreto in tutto corpo. Considerate le dimensioni del suddetto corpo, è tutto dire.

Potrete decidere se cacciarlo in malo modo – ma come fai a cacciarlo un orsacchiottone cornuto come lui? – oppure chiedergli di unirsi all’Inquisizione. In questo caso, Iron Bull entrerà nel party come guerriero a due mani, specializzazione Raver.

Iron Bull “Mo ti dimezzo” mode Fonte: http://static.tumblr.com/0b5ed0003e0d1c82b77cdff383375d8d/m5fudfj/uCHnhdp7k/tumblr_static_3lqhltl0tse8k084cswgwcooo.gif

E da qui ci divertiamo, signori e signore, perché si passa direttamente alla:

Romance

 

Prima di tutto, Iron Bull è pansessuale – così lo identifica il dev team. Uomini o donne, umani, elfi, nani o qunari, per lui non fa differenza, è un uomo dai gusti semplici.

In secondo luogo: Iron Bull, il personaggio di un videogame (nota come la forma d’intrattenimento più bistrattata, perché ritenuta di bassa lega, di scarso valore culturale ed educativo, nonché la sola ed unica causa di tutte le sparatorie avvenute nei licei americani negli ultimi decenni, e della violenza giovanile che i genitori di tutto il mondo si rifiutano di attribuire ad una propria mancanza, o semplicemente alla stupidità innata della propria progenie), è un amante cento, mille, milioni volte migliore di Christian Grey, sogno proibito ma ampiamente sbandierato di innumerevoli casalinghe frustrate.

Vado a dimostrare.

Per iniziare una romance con Bull – diminutivo che tutti gli appioppieranno, una volta entrato nel party – flirtate con lui ogni volta che potete. Andate a parlargli al campo base, chiedetegli del Qun, del suo passato, e, soprattutto, del motivo per cui i qunari non fanno sesso per amore.

Bull vi spiegherà che, sotto il Qun, il sesso è a solo scopo procreativo, ma questo non vuol dire che non se ne faccia un bel po’. Esistono apposite sacerdotesse che si occupano di far «sfogare» i qunari, sia con prestazioni lunghe e coinvolgenti, che con sveltine da cinque minuti, a volte con l’ausilio di giocattolini sessuali dai nomi inquietanti. Per loro è un po’ come andare dal medico a fare un check-up, niente di strano (EGGIA’). Se gli chiederete se ha mai sperimentato il sesso come unione di corpi e anime in una sola, il nostro eroe passerà ad illustrarvi la sua esperienza con un aggeggio qunari dal nome impronunciabile, l’utilizzo del quale necessita di più persone.

Anche se non ne concepisce il lato romantico, Bull non fa mistero del fatto che adora il sesso. Andando in giro per il campo base, vi capiterà di origliare i commenti maliziosi di parecchie fanciulle entusiaste delle sue doti di amatore (specialmente infermiere e sguattere). Tutto ciò, ovviamente, PRIMA che vi impegnate seriamente in una relazione con lui.

Da parte sua, Bull si dimostra sempre molto distaccato nei vostri confronti. Sembra che i vostri flirt non gli facciano effetto, e la cosa andrà avanti finché non vi darà la sua quest personale.

Perché Bull vi dia la sua quest personale, dovrete:

  • Trovarvi a Skyhold.
  • Essere ad un livello di approvazione abbastanza alto perché Bull vi consideri un amico/una amica.

Piacergli non è difficile: è un guerriero coraggioso, leale, simpaticissimo, sempre pronto ad aiutare i più deboli e a buttarsi nella mischia. Aiutate quante più persone potete, siate misericordiosi ma giusti, non risparmiate chi uccide gli innocenti, non disdegnate qualche reazione sarcastica, bevete, scherzate e non insultate il Qun (nonostante tutto, Bull ne è ancora un fedele seguace, anche se lui per primo ammette di non voler nemmeno pensare a cosa succederebbe se il Thedas cadesse sotto il dominio del Qun). Ogni tanto, trovategli un po’ di Venatori da massacrare, e il gioco è fatto!

Quello che fa davvero impazzire Bull, però, è uccidere draghi. Arrivati circa a livello 13, andate a caccia di un drago con lui presente (vi consiglio un drago di livello abbordabile, come il Fereldan Frostback nelle Hinterlands, o il Northern Hunter a Crestwood), e vi approverà talmente tanto che non riuscirà a contenersi, e nel mezzo della battaglia griderà la famosa frase: Taarsidath-an halsaam. Che significa…

Beh, lo lascio spiegare a lui, che io ancora son qui che mi scaravolto giù dalla sedia dal ridere.

Una volta che Bull vi avrà dato la sua quest personale, «Demands of the Qun», questa sarà la situazione:

I Ben-Hassarth offrono all’Inquisitore la possibilità di un’alleanza. In cambio, dovrete aiutare una nave da guerra qunari a distruggere una nave di contrabbandieri. Dirigetevi alla Storm Coast con Bull nel party, dove incontrerete il suo contatto qunari, un elfo di nome Gatt (i qunari accettano chiunque sia disposto a convertirsi). Quando sarete pronti, vi separerete: voi, Bull, Gatt e il vostro party attaccherete l’accampamento dei contrabbandieri, mentre i Bull’s Chargers, nell’unica occasione in cui combatteranno al vostro fianco, andranno a conquistare una collina.

Una volta uccisi tutti i nemici, segnalerete alla nave da guerra di attaccare. Tutto sembra andare per il meglio, quando, guardando la collina, vi accorgerete che i Bull’s Chargers stanno per essere massacrati dai rinforzi nemici.

Qui avete due scelte.

  • Convincete Bull a salvare i suoi uomini. La nave da guerra rimarrà scoperta, e i contrabbandieri sulla costa la affonderanno con tutto l’equipaggio. Gli uomini di Bull sopravviveranno, ma Bull verrà dichiarato Tal-Vashoth, la cosa che odia di più al mondo.
  • Lasciate morire i Bull’s Chargers. La nave e l’alleanza saranno salve, ma Bull perderà i suoi più cari amici, i suoi compagni, la sua famiglia.

In entrambi i casi, Bull approverà il vostro input. Infatti, salvare i Bull’s Chargers lo renderà un uomo migliore, anche se tormentato dal pensiero di aver abbandonato il Qun, e costantemente in preda alla paura di cadere vittima della follia omicida dei Tal-Vashoth. Invece, restando nel Qun, sentirà di aver finalmente trovato il suo posto, dopo tanti anni d’insicurezza sulla validità del suo ruolo, ma niente potrà mai riempire il vuoto e il senso di colpa dell’aver mandato a morire i suoi uomini.

Ma non preoccupatevi, voi siete la soluzione al problema!

Siamo arrivati, finalmente al:

PRIMO MOTIVO PER CUI IRON BULL È MIGLIORE DI CHRISTIAN GREY

 

Una volta completata la missione, e dopo avergli parlato sugli spalti di Skyhold, Bull vi raggiungerà nelle vostre stanze. Ha notato che «you want to ride the Bull» (DUH), ma non è sicuro che sappiate cosa gli state chiedendo. Procederà quindi a spingervi delicatamente contro il muro e a farvi soppesare lo spadone a due mani che ha tra le gambe (DAAAAYUM). Per tre volte, durante questa cutscene, vi chiederà se siete sicuri di voler continuare. Solo dopo tre vostre (ENTUSIASTICHE) risposte affermative, procederà a rendervi inabili ad alzarvi dal letto per le successive trentasei ore.

IRON BULL CHIEDE SEMPRE IL VOSTRO CONSENSO. VI LASCIA SEMPRE LA POSSIBILITÀ DI CAMBIARE IDEA, E SE DOVESSE SUCCEDERE SE NE VA SENZA PROTESTARE.

La prossima volta che parlerete con Bull, potrete chiedergli di discutere la vostra relazione.

SECONDO MOTIVO PER CUI IRON BULL È MIGLIORE DI CHRISTIAN GREY

 

Dal contenuto del discorso e dal tono delle domande, capirete che la relazione con Bull non è solo un rapporto stile «friends with benefits» – visto che, ripetiamo, i qunari non concepiscono il sesso per amore – ma che è una relazione Dom/sub.

E voi siete il sub.

Bull vi spiegherà che «when is someone you care about, you give them what they need»: l’Inquisitore porta sulle spalle il peso di nazioni intere, è giusto che abbia uno spazio sicuro e personale in cui lasciarsi andare, cedendo le redini a qualcun altro (qualcuno di cui fidarsi completamente). Se deciderete di continuare, prima di fare qualunque cosa Bull vi dirà chiaro e tondo che ci sono delle regole: lui non vi farà mai male, a meno che non siate voi a chiederglielo. Se in ogni momento vorrete fermarvi, vi basterà dire «Katoh» e lui smetterà. Nessuna domanda, nessuna discussione. Con lui sarete sempre al sicuro. Il suo unico obiettivo è farvi stare bene, protetti e soddisfatti.

IRON BULL SARÀ PURE IL DOMINATORE, MA AVETE VOI IL CONTROLLO. RISPETTA I VOSTRI LIMITI, SI IMPEGNA A RENDERVI FELICI, NEGOZIA LE REGOLE DELLA RELAZIONE CON VOI IN MANIERA CONSAPEVOLE, SANA E PONDERATA.

Dopo un’altra chiacchierata con Bull, scoprirete che, in effetti, i qunari hanno una tradizione per dimostrare affetto tra loro: trovare un dente di drago, spezzarlo a metà, e delle due metà farne ciondoli, così non importa quanto la vita vi porti lontano, sarete sempre insieme.

Il seguito è scontato, no?

Andate ad uccidere un drago, costruite il ciondolo, e datelo a Bull…

In quel momento, partirà la scena più geniale, più inarrivabile, più magistralmente realizzata che io abbia mai visto in un film, letto in un libro, o anche solo sognato nei miei peggiori momenti di botta romantica.

Date il dominio dell’universo alla Bioware, vi prego.

Congratulazioni! Siete diventati Kadan!

Iron Bull Romanced Fonte: http://i.imgur.com/ofzA2eq.jpg

Chiudiamo la romance in bellezza, shall we?

TERZO MOTIVO PER CUI IRON BULL È MIGLIORE DI CHRISTIAN GREY

 

Nella seconda scena di sesso esplicita, potrete confessare il vostro amore a Bull (da quel momento in poi non potrete più rompere con lui. Ma perché mai lo vorreste? L’avete visto? L’avete sentito? BULL). Se scegliete l’opzione «I love you», lui vi confesserà che vi ama a sua volta (YEEEEEE!), ma se sceglierete l’opzione in alto, «We’re in this to the end», questo sarà il dialogo:

Inquisitor: You did. And no matter what happens, if we don’t make it out of this…

Iron Bull: Katoh. Stop. I can’t… We’re coming out of this alive. Together.

Questa è la prima volta, in tutta la partita, in cui Bull dimostra di essere preoccupato per voi. Non perché non ci tenga, ma perché vi ha sempre considerato un suo pari fin dall’inizio. Siete un guerriero/mago/ladro forte, indomito, e guidate una potenza che decide le sorti il mondo. Bull è orgoglioso di voi, e preoccuparsi sarebbe come sminuirvi. Lui sa quanto valete, e vi ama abbastanza da non trattarvi come una bambola, o un oggetto. Vi lascia sempre, in ogni circostanza, liberi di scegliere.

IRON BULL VI RISPETTA PROFONDAMENTE. NON IMPORTA COSA FACCIATE IN CAMERA DA LETTO, VI LASCERÀ SEMPRE I VOSTRI SPAZI, LE VOSTRE SCELTE, VI SEGUIRÀ NEI VOSTRI SUCCESSI COME NELLE SCONFITTE. IRON BULL RICONOSCE SEMPRE, IN OGNI CIRCOSTANZA, IL VOSTRO VALORE.

In conclusione, datemi pure della nerd culopesa, ma se proprio devo scegliere – e, grazie a Dio, non mi chiamo Anastasia – preferisco essere l’ass kicking Inquisitor di questo splendido, eroico, meraviglioso qunari, che la schiavetta insipida di un milionario sadico.

Alla prossima! Ci aspetta un altro vincitore del premio GLAAD per «Most Intriguing LGBT Character» 2014!

Dorian Pavus, Immagine Promozionale Fonte: http://thebacklot.mtvnimages.com/uploads/2014/11/dorian.jpg?quality=0.7

Inquisite me, Dorian!

Make be with you!

St. Mary


St. Mary