Luglio è un periodo di attesa per molti appassionati di cinema. Ogni anno, infatti, durante l’ultima settimana del mese, vengono annunciati i film che saranno presentati alla Mostra del Cinema di Venezia e la speranza di veder comparire in quella lista l’ultima pellicola del nostro divo del cuore è sempre forte e accompagnata da riti scaramantici come ruotare su noi stessi tre volte prima di leggere la lista, pronunciare tre volte il nome di Zach Galifianakis allo specchio o spennare una gallina di plastica.

Cose che qualcuno là fuori starà sicuramente facendo già ora.

Ahimè, mancano ancora 8 giorni all’annuncio ufficiale e in questa snervante attesa tutto ciò che possiamo proporvi è il nostro personale elenco dei cinque film che davvero, e tanto (Barbera, are you listening?) vorremmo vedere al Festival, che quest’anno si svolgerà dal 2 al 12 settembre e sul quale potete trovare informazioni più dettagliate sul sito ufficiale.

Non sono i film che i cinefili più esperti citerebbero (io, per prima, un bel Malick ce lo metterei, ma ho paura delle conseguenze per il resto del pubblico della Mostra), ma ci sono comunque numerosi nobili motivi perche un fan li prenda in considerazione. Proponiamo quelli più… di parte.


1. CRIMSON PEEK

di Guillermo Del Toro
con Tom Hiddleston, Jessica Chastain

 

Le tre ragioni per averlo al Festival

1. Tom Hiddleston in abiti gotici. In un film dell’orrore. Con quegli occhioni azzurri che… Tom Hiddleston, insomma.

2. Immaginate la scena: regista, attori, espertoni di cinema, giornalisti, nerd e geeks riuniti in sala che urlano per la paura tutti assieme. Questo mentre le poche starlette presenti solo per far notare ai fotografi i loro vestiti scappano piangendo e strappandosi i capelli terrorizzate. Scene che il caro vecchio Quentin avrebbe voluto in Bastardi Senza Gloria.

3. Dopo giorni di film impegnati, malati, dolorosi, inguardabili o con James Franco, un film dell’orrore potrebbe risollevare un po’ gli animi. I paradossi del Festival.


2. THE HATEFUL EIGHT

DI QUENTIN TARANTINO
CON KURT RUSSELL, TIM ROTH, MICHAEL MADSEN

 

Le tre ragioni per averlo al Festival

No, seriamente, volete tre ragioni? Non vi basta che scriviamo Quentin “fucking” Tarantino?!


3. BLACK MASS

DI SCOTT COOPER
CON JOHNNY DEPP, BENEDICT CUMBERBATCH

 

Le tre ragioni per averlo al Festival

La nostra collega di fanheart Susanna le riassume alquanto efficacemente:

1. C’è Benedict Cumberbatch.

2. C’è Johnny Depp

3. In pratica questo film è la vita che mi ride in faccia.

3.2 No davvero sembra una roba interessante (con Benedict Cumberbatch e Johnny Depp).

…Non serve aggiungere altro.


4. THE MARTIAN

 DI RIDLEY SCOTT
CON MATT DAMON, JESSICA CHASTAIN

 

Le tre ragioni per averlo al Festival

1. E’ il crossover con Interstellar che stavamo aspettando

2. La vendetta del fato contro Matt Damon (e sì, ci stiamo sempre riferendo ad Interstellar. Chi ha visto, sa.)

3. Jessica Chastain, also known as la creatura più perfetta sulla faccia della terra, che ha già portato gloria a Venezia con l’introvabile Wilde Salomé e che ho personalmente bisogno di incontrare nuovamente per chiederle dove posso trovare quel da**ato DVD. E’ una ragione più che valida.


 

5. TRIPLE NINE

DI JOHN HILLCOAT
CON WOODY HARRELSON, NORMAN REEDUS, AARON PAUL

 

Nemmeno un piccolo poster da proporvi… ma questo film è talmente rilevante per noi fan che non si poteva non citarlo in questa occasione.

Le tre ragioni per averlo al Festival

1. 

2. 

3. 

Insomma, il meglio della televisione americana sugli schermi di Venezia 72. Probabilmente intitolato anche: “la AMC incontra l’HBO e succedono cose”.

3 1/2: per gli addetti ai lavori: John Hillcoat è il regista di The Road, il film che nel 2009 conquistò la più bella recensione che Venezia ricordi.

“Un bellissimo film, lascia anche con un senso di speranza. Ci vorrebbe un po’ più di fucsia nei colori”. (cit. Agnese Pietrobon)

Recuperatelo e capirete.


Fra 8 giorni scopriremo quante e quali delle nostre speranze saranno accontentate e con l’occasione vi presenteremo i nostri programmi fanheart per questa edizione del Festival. Nel frattempo potete recuperare i nostri daily direttamente da Venezia71 a questo link.

Buona lettura!


by Agnese

Categorie: La parola ai fans

Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011

1 commento

Venezia 72. I titoli per i fan | fanheart · 29 luglio 2015 alle 12:30

[…] nostro ultimo articolo (che potete trovare a questo link) avevamo caldeggiato la presenza di cinque titoli fondamentali per i fan: erano Crimson Peak, The […]

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Leggi la nostra cookie policy e la nostra informativa sulla privacy e sul trattamento dei dati personali.

Chiudi