Serie simbolo degli anni ’70, Starsky & Hutch è stato molto di più di un semplice programma televisivo. Andiamo insieme a scoprire perchè i suoi episodi e i suoi personaggi sono stati precursori di tanti prodotti odierni a contenuto slash e perchè questo telefilm rimarrà per sempre uno degli oggetti di studio principali per gli appassionati fan culture.


Molti di voi hanno visto un episodio di questa serie. Molti ne hanno almeno sentito parlare. Tutti vi assoceranno automaticamente la (bellissima? Dipende dai punti di vista, ma l’articolo è mio quindi MERAVIGLIOSAMENTE MERAVIGLIOSA) Ford Gran Torino/Pomodoro a strisce.

Stiamo ovviamente parlando di Starsky & Hutch.

Eppure questo, signore e signori, non è un momento vintage. No, questa sera ho voluto osare, e creare un articoletto un po’ di parte… perché ritengo che questo telefilm debba essere recuperato soprattutto da un gruppo di persone molto specifico.

Slasher di tutto il mondo, che ancora soffrite per il mancato abbraccio fra John e Sherlock; che avete aspettato 7 serie e ancora no, la Destiel non è fisicamente canon (ma almeno Dean ha dichiarato “I need you”); che saltate di gioia in un cinema per i momenti intensi fra Tony e Steve o Steve e Bucky (a seconda delle preferenze)… Sappiate che tutto questo è niente se paragonato a quello che ha liberamente mostrato questo telefilm così old-style.

La cosa più etero di sempre

Quindi, sulla scia degli ultimi articoli, anche se questa volta per un pubblico un po’ più mirato… ecco a voi…

5 scene realmente accadute in Starsky & Hutch…

…Scene che solamente nei vostri sogni più belli avete per il vostro pairing del cuore. La vera fatica è stata sceglierne solamente cinque. Ma torneremo su questo punto nel finale…


A COFFIN FOR STARSKY

STAGIONE 1, episodio 21

 

La serie Starsky & Hutch naviga nel trope dell’hurt/comfort (per una definizione, potete cliccare questo link o guardarvi l’intero episodio). Di episodi realmente tragici per la coppia ce ne sono almeno due a stagione ma questo è uno dei miei preferiti. Starsky viene avvelenato con una droga mortale e Hutch ha meno di 24 ore per trovare l’antidoto e salvare il suo miglior amico.

Subtext? No Grazie.

Top of the episode

Starsky e Hutch che si tengono per mano.

Ripeto, questa non è un’esercitazione. Si tengono davvero per mano.


SATAN’S WITCHES

STAGIONE 3, EPISODIO 17

 

Starsky e Hutch. In vacanza assieme. Da soli. In una casetta nel bosco. Vestiti con camicie di plaid e a cucinare in grembiulino. Il tutto mentre un gruppo di satanisti fa rituali strani nei boschi.

Subtext? No Grazie.

Top of the episode

Non cercherò neanche di spiegare cosa è passato nella mente degli autori quando hanno deciso di inserire tale scena. Due minuti di boh, ma che vale la pena di vedere (cliccare sull’immagine per visualizzare il video):


TAP DANCING HER WAY BACK INTO MY HEART

STAGIONE 2, EPISODIO 9

 

Starsky e Hutch sono in missione in incognito in una scuola di ballo in cui gli insegnanti devono sedurre gli allievi facoltosi ed estorcere loro il denaro servendosi di una registrazione delle loro gesta in… camera da letto. Ramon, il personaggio interpretato da Starsky, con quel suo baffettino sexy, è il nostro eroe privato.

Subtext? No Grazie.

   

Top of the episode:

Ma ovviamente il casquet finale. Sì, succedono anche queste cose in questo telefilm.


DEATH IN A DIFFERENT PLACE 

STAGIONE 3, EPISODIO 6

 

Starsky & Hutch è una serie che è stata famosa per contenere per l’epoca scene piuttosto violente e temi scottanti. Uno di questi è stato quello dell’omosessualità (al tempo ancora “vietata” fra le forze dell’ordine) che fa esplicitamente la sua comparsa in almeno due episodi, ma è l’argomento portante di uno in particolare: “Death in a different place”.

Quella che era una figura quasi paterna per Starsky viene trovata morta in un motel dove si scopre frequentava da tempo un altro uomo. Inizia così la ricerca dell’assassino, intervellata da scene più intime che rivelano il turbamento di Starsky per questa scoperta inaspettata.

Subtext? No Grazie + Top of the episode

…riportiamo video e trascrizione del dialogo finale. Because of reasons.

Hutch: “Starsky, would you consider that a man who spends 75% of his time with another man has got certain tendencies?”

Starsky: “75 – you mean 3/4?”

Hutch: “Right.”

Starsky: “Yeah. Sure. Why not. You mean that was the case between John and…”

Hutch: “No, no, that’s the case between you and me.”

Starsky: “What?!”

Hutch: “Well, figure it out. In a 5-day week, there are about 80 waking hours, right?”

Starsky: “Yeah.”

Hutch: “We work, eat, and drink about 12 of those hours, right? That’s 60 hours a week, 75% of the time we spend together and you’re not even a good kisser.”


THE OMAHA TIGER

STAGIONE 1, EPISODIO 18

 

Starsky & Hutch che risolvono delitti in un’arena wrestling.

Subtext? No Grazie.

Top of the episode

La scena dell’esplosione nella camera airtight. Qualcuno ci spieghi perché l’autore ha fatto finire Starsky in braccio ad Hutch. No, davvero, e poi dicono che siamo noi slasher quelle strane.


Dicevamo all’inizio che è stato un arduo compito scegliere solamente cinque episodi e cinque scene “top”.

Avremmo potuto citare le lacrime e l’abbraccio consolatorio in “Gillian”…

…Starsky che scrive con il rossetto il suo nome sul vetro della stanza d’ospedale in cui è in quarantina Hutch, pur di fargli sapere di essere passato…

…the casual touching (all the time)

… e quello più intenso nei momenti in cui uno dei due è ferito o a rischio…

… ed ovviamente il fatto che nel finale i due finiscano a letto assieme (e no, non è una metafora. Sto parlando in senso letterale. Andate a verificare se non mi credete).

Il punto è che l’intero e costante modo di agire di Starsky e Hutch nei confronti l’uno dell’altro ha valenze romantiche che hanno poco di subtext.

I due si dichiarano esplicitamente il proprio amore e la propria reciproca devozione, alle volte scherzando (“Oh Starsky, you know I love you…” ), più spesso senza tanti giri di parole (“So who do we trust, huh?” “Like always, me and thee”).

In altri casi sono le persone accanto a loro a rendere esplicito il rapporto che li lega. Fra tutte, vale la pena citare il caso di Gillian. La donna – che gli autori ci pongono come il vero amore di Hutch – nasconde un segreto: è una prostituta d’alto bordo. Starsky lo scopre e per cercare di evitare al partner la sofferenza, si reca da lei e le offre tutti i suoi risparmi (Tutti. I. Suoi. Risparmi.) purchè lasci la città.

Già la mossa di per sè è ricolma di feels. Ma è la risposta di lei, innamoratissima di Hutch, vogliamo sottolinearlo, a lasciarci senza parole: “You love him too, don’t you?”, ad uno Starsky palesemente turbato che non risponde, ma abbassa lo sguardo. E come se non bastasse al termine del loro incontro lo saluta con un “Wouldn’t it be wonderful to be Hutch? In one lifetime, you have two people who love you so much.”.

Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro, ma siccome ho ancora carte da giocare vi rinvio alle pagine dello Starsky & Hutch Canon Compendium che elencano le scene in cui Starsky tocca Hutch, quelle in cui Hutch tocca Starsky e quelle in cui si toccano a vicenda.

Autori di oggi, volgete lo sguardo al passato. Le cose che potreste apprendere per farci smettere di soffrire…


By Agnese


Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Leggi la nostra cookie policy e la nostra informativa sulla privacy e sul trattamento dei dati personali.

Chiudi