In occasione del Fanworks Day, si apre oggi una rubrica dedicata a raccontarvi, attraverso le loro parole, le vicende dei fan che sono riusciti a realizzare quel sogno che si portano dentro da sempre. 

 


Buon Fanworks Day a tutti voi!

fanheart3 fanworks day sogno

 

Conoscete questa festività? Come ci viene ricordato in questa pagina, si tratta di un evento annuale, indetto nel 2015 dall’Organisation for Transformative Works o OTW (e noi c’eravamo per la prima edizione che vi avevamo segnalato qui), per celebrare e promuovere le produzioni e creazioni artistiche dei fan.

Quest’anno il Fanworks Day cade il 15 febbraio, il giorno dopo la festività ben più famosa di San Valentino, ma in un certo senso vi si abbina perchè rappresenta anch’esso una versione particolare dell’amore: quello che lega un fan ai film, telefilm, libri (e non solo) che ad un certo punto hanno catturato la sua attenzione e ne hanno ispirato le fantasie. Una storia d’amore che nasce spesso da momenti di estrema passione, prosegue fra alti e bassi, fra frustrazioni e soddisfazioni ed è capace di durare tutta una vita.

 

fanheart3 salva un fandom salva un sogno

 

Questo amore, come gli altri, è sempre accompagnato da un sogno. Escludendo quelli che implicano proposte di matrimonio dal vip x o y, per cui la vostra unica possibilità sta nell’aprire un negozio di libri da viaggio (nda: sappiamo tutti di che film si parla, vero?), gli altri sono sogni che hanno spesso a che fare con un’esperienza specifica: godersi il concerto del cantante che ascoltavamo con il papà quand’eravamo piccoli, visitare Disneyland per farsi immortalare in una foto con Gaston, andare al Comic Con in cosplay da Deadpool senza indebitarsi troppo (per il Comic Con, non per il cosplay). O magari vedere quello spettacolo di Tom Hiddleston per cui a teatro ci sono 250 posti e una coda online per l’acquisto dei biglietti di qualcosa come 3000 persone.

 

 

Il vostro sogno da fan è una cosa su cui inizierete a fantasticare in un momento preciso della vostra vita e da lì rimarrà dentro di voi – senza esagerare – per sempre. Potranno passare mille altri fandom, mille altri amori, ma se mai vi si presenterà l’occasione di realizzarlo, anche dopo decenni, la coglierete con l’entusiasmo del primo momento e sarà un ricordo indelebile da condividere con i posteri.

Riflettevo su tutto questo qualche giorno fa, mentre parlavo con un’amica della felicità del suo ragazzo che finalmente prenderà parte ad un concerto che aspetta da 15 anni. L’entusiasmo che anche solo il racconto di lei è riuscito a trasmettermi mi ha fatto pensare a quanto bello è sì poter vivere certe cose, ma anche semplicemente poter, almeno per una piccola parte, essere testimoni dell’esperienza di qualcun altro; godere indirettamente di quella gioia e capire esattamente perchè viene provata ed è così significativa… anche se per alcune persone là fuori (le più noiose) potrebbe sembrare incomprensibile che una cosa “semplice” come la musica o  una saga letteraria possano avere questo tipo di effetto su una persona.

 

fanheart3 il sogno di carl UP

 

E’ di questo che fanheart3 vi parlerà nelle settimane a venire. Proporremo infatti una serie di interviste – che partiranno proprio qui, da noi fanheartist, prime cavie (volontarie?) del progetto – a fan che stanno per realizzare quello che aspettano da sempre per capire come stanno trascorrendo l’attesa e, più avanti, scoprire assieme cosa sarà rimasto loro dell’esperienza. Queste interviste saranno però anche un’occasione per condividere dettagli tecnici e organizzativi che potrebbero tornare utili a chi là fuori aspira a realizzare prima o poi il medesimo obiettivo.

Se anche voi volete condividere il sogno che siete riusciti a realizzare o che vi aspetta appena dietro l’angolo, scriveteci a info@fanheart3.com. Saremo felici di raccogliere le vostre esperienze e condividerle negli articoli che seguiranno!

Arrivederci alla prossima con una prima incursione in un fandom speciale. Vediamo se lo indovinate…

 

http://idrilearfalas.tumblr.com/post/111215186195/dream-the-dream-gotta-getcha-get-yourself-to-the

 


Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Leggi la nostra cookie policy e la nostra informativa sulla privacy e sul trattamento dei dati personali.

Chiudi