Cartoomics 2019, ultima frontiera. Eccovi i viaggi di fanheart3 durante la sua missione primaria, diretta ad esplorare nuove fiere e convention, alla ricerca di nuovi fandom, per conoscere altre forme di fan, fino ad arrivare laddove nessuno è mai riuscito prima: valorizzare il loro spazio nella nostra cultura popolare.

Molto solenne come inizio di un articolo, è vero… Ma noi di fanheart3 siamo tutte d’accordo su due cose:

  • ormai c’abbiamo una certa età per svegliarci alle 4.30 di mattina e andare ad una Fiera.
  • vale sempre la pena scoprire nuove realtà che coinvolgono il fandom e soprattutto i fan.

Quindi cariche di aspettative, e forti del nostro accredito stampa, ci siamo recate alla Fiera di Milano Rho. Il Cartoomics, arrivato alla sua 26ma edizione, ci ha subito colpito per molti aspetti come l’entrata dedicata ad Harry Potter, con le sue molte attività; il territorio popolato dai pirati più “adorabili” della storia; la zona fantascienza dove condividevano lo spazio in modo pressoché armonioso alieni, Jedi, esploratori spaziali e Dottori vari; la zona artisti dove abbiamo potuto ammirare lavori veramente magnifici.

Abbiamo quindi scelto alcuni momenti memorabili della nostra visita al Cartoomics, come già avevamo fatto al Cartoomics 2018.

Ecco quindi il Cartoomics in 6 punti:

1 – Area tematica Harry Potter

Appena entrate all’interno del padiglione 16 siamo state accolte dalla bellissima zona tematica di Harry Potter: tra bancarelle, monili e libri fantasy ci siamo sentite letteralmente trasportare dentro la magia di Harry Potter grazie ai cosplayer calati perfettamente nella parte (menzione d’onore per Piton e Hagrid!) e all’ambientazione ricostruita quasi alla perfezione!
Ultimo (ma non per importanza) dettaglio che ci ha fatto squittire di felicità: il carrello con bauli del binario 9 e ¾ , il poster “Have you seen this wizard?” e la figurina Cioccorana, tutte e tre location dove poter fare delle bellissime foto ricordo della giornata.

Le tre autrici fan di Harry Potter al Cartoomics
No, ma noi siamo normalissime, posate e tranquille. Si nota?
2 – La Fortezza

Una menzione speciale meritano i simpatici pirati che bazzicavano nell’area fantasy, dove l’imponente Fortezza faceva da padrona. L’associazione La Fortezza si è occupata di organizzare e dirigere tutta la parte fantasy e ha creato un vero e proprio dungeon in una Fortezza dei pirati. L’attrazione in sé presenta possibilità di miglioramento, soprattutto nella dinamica di gioco, ma è una bella idea, sicuramente molto coinvolgente per i bambini.
I pirati dentro e fuori della fortezza sono stati simpaticissimi e molto in character: ogni volta che qualcuno apriva una cartina della fiera lo rincorrevano al grido di “Mappaaaa!!!” e lo importunavano amichevolmente.

I simpaticissimi pirati del Cartoomics
I simpaticissimi pirati del Cartoomics
3 – Cosplay

Come ad ogni fiera di questo tipo, si rimane sempre affascinati dalla quantità e varietà di cosplay che si vedono: da quelli diventati ormai un classico da qualche anno a questa parte, come Harley Quinn, a novità come Spider Gwen insieme a Spiderman e cosplay particolari come un Deadpool vestito da Jareth di Labyrinth!
Oltre ai partecipanti, vi erano moltissimi stand tematici come quello di Stargate, il sempre vivo Star Wars, con tanto di dimostrazione dal vivo di combattimenti con spade laser dell’associazione LudoSport Alpha e la sempreverde parata a tema, e poi l’indimenticabile stand del Doctor Who Italian Fan Club con un Dalek!
Menzione speciale per un bravissimo cosplayer nei panni di Mrs. Doubtfire, che non solo ci ha fatto sciogliere il cuore, ma ci dimostra ancora una volta che il cosplay non ha età.

Pubblicato da fanheart3 su Domenica 10 marzo 2019
Le nostre foto ai cosplayers del Cartoomics
4 – Gadgets

Come sempre i gadget sono uno degli highlights più importanti: magliette fandom (meravigliose quelle di Grumpy Geeks), borse di Harry Potter e Marvel, merchandise ufficale e anche handmade, fino ad arrivare alle fantastiche action figure. Piccola menzione d’onore per un classico intramontabile che sembra essere tornato nel cuore di tutti: Titanic.
Sono apparse le Funko di Jack e Rose e sembra che il Cuore degli Oceani stia riconquistando il suo posto tra le collane fandom.

Un magnifico zainetto con tanto di coccarda "Can you hear the people sing?". E la bacchetta di Sirius, non poteva mancare
Un magnifico zainetto con tanto di coccarda “Can you hear the people sing?”. E la bacchetta di Sirius, non poteva mancare 😉
5 – Univision Days al Cartoomics

Ci ha colpito molto il programma degli Univision Days, a cui di Univideo, e in particolare:

– Anteprima di Captive State
Ok, quando si parla di film sono di parte e la possibilità di vedere qualcosa in anteprima fa sempre gola a tutti, che sia un film, il pilot di una nuova serie, un libro…
In questo caso abbiamo avuto la possibilità di vedere in anteprima i primi 5 minuti di Captive State, film diretto da Rupert Wyatt. Il film è di genere SciFi ed è ambientato in una terra invasa da alieni che governano e controllano gli esseri umani. Captive State uscirà nelle sale il 28 Marzo 2019.

– Contenuti speciali Animali Fantastici 2
La presentazione dei contenuti speciali di Animali Fantastici 2 in anteprima è stata… particolare. Non si sa per quale ragione, hanno trasmesso solo le immagini, senza il sonoro, mettendole come sfondo mentre si svolgeva una sorta di dibattito su Harry Potter, in occasione degli Univision Days.
Al dibattito erano presenti numerosi ospiti di spicco, tra cui Federico Bagnoli Rossi, Francesco Montanari, Andrea Delogu e Marco Spagnoli. La persona che però ci ha più colpito, dal punto di vista del fandom, è stata Gabriella Gilberti, critico cinematografico che denotava una profonda conoscenza dell’argomento trattato, e una passione che solo un vero fan possiede.

Il dibattito su Harry Potter al Cartoomics (in attesa degli altri ospiti)
Il dibattito su Harry Potter al Cartoomics (in attesa degli altri ospiti)

– Presentazione di Non è mai troppo tardi
Un’altra bella opportunità offerta da Univision Days è Non è mai troppo tardi, una web serie diretta e ideata da Chiara Imbriale. La serie, senza dubbio originale e coinvolgente, ha come protagonista nonna Rosetta, nonna di Luca Vecchi (The Pills) interprete anche lui. La nonna è intenzionata a imparate a gestire i social e diventare una vera e propria influencer per poter capire al meglio il mondo del nipote.
Insomma una vera e propria chicca italiana che non possiamo di certo perderci.

6 – Area Artisti

Infine veniamo all’area artisti, meraviglioso punto di raccolta che permette a tutti questi splendidi illustratori indipendenti di mettere in mostra il proprio talento e vendere la propria arte direttamente ai fan.
Tra bozzetti, fanzine, illustrazioni e una valanga di spille abbiamo scoperto un vivace sottobosco di artisti emergenti che meritano le attenzioni di noi fan.

In conclusione, anche quest’anno rimaniamo meravigliate dalla quantità e diversità di persone che si incontrano a fiere di questo tipo e, soprattutto, di come ci si senta sempre irrimediabilmente “a casa” tra persone con passioni simili alle nostre.
Non ci resta che salutarvi, arrivederci al prossimo anno!

Categorie: Eventi

Sara

Relazioni pubbliche, social manager, autrice. "Love makes monsters of us all." - Crimson Peak (2015)