fanheart3 Awards: i vincitori della seconda edizione

Annunciati i vincitori della seconda edizione dei fanheart3 Awards… Venite a scoprire quali film e attori da fan hanno conquistato la nostra attenzione a Venezia 74!


Si è conclusa ieri la 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, che ha visto fra i vincitori titoli che per una volta hanno rispettato i desideri di molti accreditati (niente Sokurov, insomma… pace all’arte sua).  Potete ritrovare l’elenco dei premi assegnati a questo link e perdervi nei meandri dei concorsi collaterali qui.

Sempre nella giornata di ieri anche noi di fanheart3 abbiamo svolto il nostro lavoro di giurati e assegnato gli speciali fanheart3 Awards (quest’anno alla seconda edizione), i premi di fanheart3 dedicati ai film e agli attori che hanno dato maggior apporto alla fan culture nel corso di Venezia 74.

Come già anticipato nelle scorse settimane, quest’anno, oltre alle categorie create nel 2016, noi fanheartist abbiamo voluto aggiungere tre premi relativi al rapporto fra attori/attrici e pubblico.

Non sono mancate sorprese e lunghe discussioni sui personaggi più meritevoli, ma alla fine le vostre inviate sono riuscite a giungere a delle conclusioni, che vi sono state offerte in anteprima in questo video live di maestrale regia e gusto estetico. Eccoci qui con il fantomatico articolo di cui parlavamo e con qualche dettaglio in più in merito alle scelte operate, a cominciare dal numero di film visionati e valutati, un totale di 33 pellicole fra lungometraggi e documentari.


Fanheart3 Awards, i vincitori

fanheart3 awards coppa momoa sally hawkins

Un personaggio che non dice una parola, ma riesce a trasmettere un mondo. Ci ha stregato il suo animo romantico e sensibile, il suo sentirsi fuori posto, ma sempre con il sorriso, la sua storia e il suo ruolo di principessa delle favole, ma una principessa a cui tutte possiamo sentirci in qualche modo affini.


fanheart3 awards coppa momoa Sam Rockwell

Il suo personaggio in Three Billboards outside Ebbing, Missouri, riflette alla perfezione la definizione evocata dal nostro premio, ovvero “un personaggio originale, sfaccettato, affascinante, psicologicamente credibile” che ha “suscitato nello spettatore sincero interesse e curiosità nei confronti della sua vita e/o personalità“. C’è molto che non viene detto e molto che viene lasciato intuire sulla figura di Dixon e siamo pronti a scommettere che non mancheranno fanfiction disposte a dare una risposta a quanto si cela dietro le quinte.


fanheart3 awards nave d'argento het shape of water

Due personaggi tagliati fuori dal mondo, ognuno per motivi diversi, legati dalla solitudine e da una visione diversa delle cose: una delle coppie più belle e romantiche viste sul grande schermo, resa ancora più gloriosa da scene poetiche e da un finale che dà spazio ad innumerevoli rielaborazioni. Non diremo nulla in merito, se non che vederli assieme è un sogno, come è un sogno immaginare di essere al loro posto.


fanheart3 awards nave d'argento slash manhunt

A sorpresa (o forse neanche tanto) si aggiudica il premio la coppia protagonista dell’ultimo film (fuori concorso) di John Woo, Manhunt. Già il poster ci aveva dato sensazioni positive e la visione della pellicola le ha confermate tutte: Du Qiu e Yamura sono lo stereotipo del “criminale”/poliziotto che lo insegue, che poi si uniscono per la causa e adottano atteggiamenti più intimi di quanto Fox Mulder abbia mai fatto con Scully. I dialoghi in inglese fra i due (uno cinese e l’altro giapponese) sono una delle parti migliori: tanto ridicoli quanto inevitabilmente adorabili. Ma le manette… quelle fanno davvero la differenza. Praticamente canon.


fanheart3 awards effetto cumberbatch charlie plummer

Il vincitore del Premio Mastroianni al miglior attore emergente è anche il vincitore del nostro premio all’attore fandom del futuro. Un’ottima interpretazione in Lean on Pete unita alla dolcezza dell’interprete e ad una fisicità ingenua hanno convinto noi fanheartist dell’innegabile potenzialità di Plummer di attirare l’interesse di nuove fasce di fan.


fanheart3 awards premio fanplot brutti e cattivi

Il primo film da regista di Cosimo Gomez è un capolavoro di grottesco, ironia e sarcasmo, in cui la trama è uno dei maggiori punti di forza, con colpi di scena ed una costruzione delle vicende che non ha nulla da invidiare ai migliori film del genere. Forse non lascia spazio a grandi rielaborazioni, ma solo perchè è esattamente come un fan avrebbe voluto che le cose andassero.


fanheart3 awards menzione speciale ammore e malavita

La scelta (combattuta) è ricaduta su un film italiano che forse non arriverà mai in terra straniera, ma se mai lo facesse aprirebbe un mondo nuovo su Tumblr: musical (in dialetto napoletano), un protagonista che sembra uscito da un film d’azione con Tom Cruise (la cui estetica ci ha immensamente entusiasmato), un “triangolo amoroso” fra la coppia protagonista e il miglior amico di lui con un confronto finale che darebbe spazio a migliaia di AU: Ammore e Malavita sembra nato per compiacere i fan e rattrista solo sapere che le sue peculiarità regionali (che se scoperte gli aprirebbero la strada anche negli States) potrebbero essere il limite maggiore ad una sua più ampia diffusione.


fanheart3 awards graffetta d'oro three billboards

Three Billboards Outside Ebbing, Missouri, oltre ad essere un film di altissima qualità sia registica che interpretativa, è un film che per personaggi e scelte narrative piacerà moltissimo ai fan: la colonna sonora da film western mix Tarantino, la presenza di attori già amati nel fandom (fra tutti lo splendido Woody Harrelson), il tono ironico alternato a momenti di grande commozione… e soprattutto le relazioni appena accennate ma con enormi potenzialità, in particolare per la presenza dell’indefinito e bellissimo personaggio di Dixon e del rapporto d’odio (potenziale amore?) con il pubblicitario Red: solo alcuni fra i numerosi punti vincenti della pellicola. Indubbiamente uno dei migliori prodotti presentati a Venezia nel corso della sua lunga storia.


fanheart3 awards acqua santa vr arden's wake

Lo stile quasi disneyano sia nelle immagini che nella storia e il sospeso “to be continued” finale hanno reso questo stand up di virtual reality indimenticabile: l’esperienza di visione (non sono richieste azioni, ma solo di assistere alle azioni dei personaggi e ammirare le splendide location in cui si svolgono) è ipnotica, quasi commuovente, e fa sentire come dei bambini nel mezzo di una bellissima favola.

In occasione di questa prima edizione del Premio Acqua Santa VR, è stato poi attribuita una menzione speciale all’installazione “Alice The Virtual Reality Play” per la sconvolgente capacità di coinvolgere fisicamente lo spettatore nella storia (inquietante) di Alice nel Paese delle Meraviglie. Con tanto di coniglio reale (e molto Donnie Darko) a disposizione.


Fanheart3 Awards: attori e pubblico

fanheart3 premio fragolina d'oro helen mirren
(image source)

Il premio viene assegnato alla protagonista di The Leisure Seeker, Helen Mirren: dai racconti degli intervistati è emersa infatti una storia curiosa che ci ha fatto optare per la bravissima attrice. Leggenda narra che mentre la stessa si prestava per delle foto con dei fan nella cornice sacra dell’Excelsior, una guardia si sia avvicinata per dire che non era possibile fare foto all’interno della struttura. La Mirren ha affermato di aver chiesto lei di fare la foto con i fan (awww!) ma la guardia, irremovibile, ha proseguito nei rimproveri. L’attrice a quel punto ha optato per una scelta coraggiosa: affrontare la pioggia fuori dall’albergo, trascinando con sè i fan, dove è stato finalmente possibile immortalarsi con loro in uno splendido e generoso scatto.

fanheart3 awards premio what else jim carrey
(image source)

La scelta è ricaduta su Jim Carrey, protagonista al Lido del documentario Jim & Andy: the Great Beyond – the story of Jim Carrey, Andy Kaufman and Tony Clifton. Il documentario, oltre ad essere un racconto dal set di Man on the Moon (film del 1999 di cui Carrey è protagonista), ha gettato sorprendente luce sull’anima e nella psicologia del famoso attore, provocando una forte reazione nei fan. Dopo aver applaudito per i suoi scherzi sul tappeto rosso, al termine del film ci siamo ritrovati tutti con il cuore stretto in una morsa e con la sensazione di aver appena ricevuto un meraviglioso regalo. Quell’uomo si era aperto a noi, e al resto del mondo, come raramente accade e la sensazione era che un po’ tutti in sala, ad un qualche livello, potessero rivedersi in parte in quanto raccontato in quei quaranta minuti. Ne è seguito un applauso carico di amore, comprensione e voglia di comunicargli che non solo avevamo capito ma che eravamo fieri di lui e che lo stimavamo come artista ma anche, e in qual momento soprattutto, come uomo. Una risposta chiaramente percepita dallo stesso Carrey che si commuove e ringrazia come solo lui sa fare, consentendoci per qualche breve secondo di “conoscere” il timido e fragile Jim.

fanheart3 awards coppa firth redford fonda
(image source)

Il premio viene assegnato a pari merito a Jane Fonda e Robert Redford, la cui presenza al Lido ha portato un’ondata di eleganza e raffinatezza, ma anche rispetto da parte di tutti gli accreditati e del pubblico per la lunga e ammirevole carriera e per la tenerezza reciproca che i due hanno chiaramente trasmesso. Vogliamo ricordare inoltre il momento bellissimo in cui una delle vostre fanheartist e la grandiosa collega della pagina Myredcarpet (con cui abbiamo condiviso questi giorni di Mostra) hanno avuto la sorpresa della vita: Robert Redford stesso, passando in quel momento in macchina, ha tirato giù il finestrino del sedile posteriore e ci ha rivolto un saluto e un bel sorriso, mentre noi non siamo riuscite a fare altro che osservare a bocca aperta la scena e mugugnare un “hi” imbarazzato (ma felice).


Si chiude dunque anche questa seconda edizione dei fanheart3 Awards e l’esperienza a Venezia 74 di fanheart3. Negli scorsi giorni vi abbiamo accompagnato con live imbarazzantissimi (e assicuro: non avevamo neppure bevuto!), immagini, articoli (qui e qui) e probabilmente torneremo sull’argomento ancora nei prossimi mesi per condividere con voi alcune scoperte sensazionali fatte in queste due settimane. Per il momento vogliamo ringraziare quanti ci hanno fatto compagnia in questi giorni e quanti ci hanno seguito e incoraggiato; sopra tutti, le nostre colleghe di fanheart3, rimaste in terraferma a supportarci nei lavori, e Gianni e Rossano che ci hanno aiutato ad arricchire l’esperienza con tanti e bellissimi scatti.

Al prossimo anno con – si spera – altre novità e tanti bei film. Ciao Barbera, ciao Edgar Wright, ciao Woody-oody-ody-dy.


Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011