Il 2015 in dieci momenti… da fan.

Buon anno a tutti! Il 2016 è appena iniziato e già si preannuncia pieno di… abbonamenti al cinema, soprattutto. Non si ricorda da tempo immemore anno che fosse così ricco di film dedicati a noi fan e The Revenant, con il caro e sfortunato Di Caprio in attesa di Oscar (fonti non autorizzate – cioè me – dichiarano che questa sarà finalmente la volta buona), è solo il primo esempio di una lunga serie.

Prima di lanciarci a capofitto nei mesi a venire, vogliamo però ricordare con voi i momenti che ci sono rimasti dentro di questo 2015 appena conclusosi… per lo meno i momenti “da fan”. Un brainstorming di gruppo ha permesso di identificare quelli che ora vi proponiamo. A quanti avete assistito anche voi?


87th Academy Awards

22 Febbraio 2015

Dalla meritata vittoria di Birdman, agli Oscars di Lego, dal discorso di Graham Moore (cit. “Stay weird, stay different”) all’esibizione di Lady Gaga e Julie Andrews: quest’anno gli Academy Awards sono stati un mix perfetto di divertimento, follia e anche commozione.

L’apice della serata è stato raggiunto quando sono saliti sul palco John Legend e Common per presentare la loro canzone candidata all’Oscar, Glory, tratta dal film Selma. L’intensità dell’interpretazione e le reazioni del pubblico (fra tutte, quella di Chris Pine) rimarranno negli annali di queste premiazioni.

Un momento da brivido, che non dimenticheremo facilmente.

Fanheart ha dedicato un intero articolo a questa edizione degli Oscars. Lo potete recuperare a questo link.


Goodbye Leonard Nimoy

27 febbraio 2015

A life is like a garden. Perfect moments can be had, but not preserved, except in memory. LLAP (Tweet di Leonard Nimoy del 22 Febbraio 2015)

Queste sono le ultime parole lasciate da Leonard Nimoy ai suoi fan di Twitter. Questo suo ultimo omaggio è stato molto significativo per il mondo dei fan.

Nimoy può vantare una lunga carriera televisiva e teatrale, ma è sempre stato legato al ruolo del Signor Spock in Star Trek. E con le sue stesse parole si è voluto congedare. Dimostrando quindi sempre e comunque una grande gratitudine verso chi lo ha sempre seguito con affetto.

Dopotutto, come lo ha definito anche il suo amico e collega George Takei, Leonard Nimoy era un uomo straordinario.


Avengers, assemble

22 APRILE 2015

Con un’uscita italiana anticipata di ben 9 giorni rispetto all’uscita americana, Avengers: Age of Ultron è stato il quarto per incassi in Italia (18,1 milioni di dollari in totale. 8,5 solo nei primi quattro giorni) nel 2015 ed uno degli argomenti principali di Tumblr di quest’anno. La nuova avventura dei supereroi Marvel è stata amata ed odiata, criticata ed inneggiata, ma fra rivelazioni a sorpresa sulla vita di Clint, Natasha che diventa madrina della Stony e Pietro Maximoff non è certo passata inosservata.

Siamo ora in attesa di due delle pellicole più attese in assoluto per i fan Marvel: l’uscita di Captain America: Civil War, che distruggerà fandom interi e causerà guerre civili fra le shippers del mondo (maggio), e quella di Doctor Cumberbatch Strange (novembre 2016).

http://idrilearfalas.tumblr.com/post/118228389290/superherofeed-what-age-of-ultron-should-of-been

Fanheart3 ha organizzato il tweetout #9giorniprima in occasione dell’uscita di Age of Ultron: puoi trovare il nostro piano diabolico e patriottico a questo link.


Sherlocked

24-26 aprile 2015

Il 2015 è stato anche l’anno della prima convention londinese ufficiale dedicata alla popolarissima serie della BBC Sherlock con protagonista Benedict Cumberbatch nel ruolo del popolare investigatore e Martin Freeman in quello del Dottor Watson.

Passata attraverso parecchie polemiche sia per quanto riguarda le tempistiche dell’annuncio, avvenuto solo pochi mesi prima, che ha reso difficile per molto fan organizzarsi, sia per i prezzi considerati dai più improponibili (i fan hanno lamentato l’esistenza del famoso pass VIP da quasi 4000 sterline, che però non ti garantiva un clone di Benedict Cumberbatch da portare a casa come molti speravano per tale cifra), la convention si è poi rivelata (ma va?) un completo successo di pubblico.

Presente tutto il cast principale (con l’eccezione di Martin Freeman e della moglie Amanda Abbington che nella serie interpreta Mary Mortsan), la convention si è svolta attraverso gli usuali panel e sessioni di autografi e photo-op , non hanno lasciato deluso (quasi) nessuno.

Per il 2016 sono state annunciate già due nuove convention, una a Londra per settembre e una negli USA con data ancora da definire.

Fanheart3, grazie alla sua invitata speciale Elisa, ha dedicato questo esauriente resoconto all’evento.


Renew Hannibal, NBC

GIUGNO 2015

Uno degli show che ha fatto più discutere pubblico, critica e tumblr, Hannibal, giunto alla sua terza stagione, è stato cancellato dalla NBC causando le ire dei Fannibals di tutto il mondo e il lancio di numerose campagne volte al rinnovo della serie, di cui la più famosa è probabilmente quella rappresentata dalla petizione di Carlos Mazal, Renew Hannibal NBC. La cancellazione è risultata ancora più rilevante agli occhi del fandom quando la terza stagione si è conclusa con un intenso episodio che ha definitivamente sancito la Hannigram (la ship Hannibal/Will Graham) come canon. Una ship slash. E per una volta senza possibilità di appello per chi giudicava la loro relazione prettamente platonica. Che il 2016 porti novità in questo fandom? Voci di corridoio dicono che una quarta stagione sia in effetti nell’aria…

Una delle scene più belle dell’intera serie televisiva, tratta dall’episodio “Dolce” (S03E06). Link al gifset completo

Goodbye Christopher Lee

7 Giugno 2015

La verità è che questo punto non dovrebbe esserci. Cioè è giusto che ci sia, ma non dovrebbe esserci. Perchè sappiamo tutti che Christopher Lee non è morto. Giusto? Giusto.

Lui è da qualche parte con Elvis, Marylin Monroe e un sacco di altre persone che per tutti noi vivranno in eterno in un’isoletta dei tropici. Anche se nel suo caso probabilmente un castello in Scozia sarebbe più appropriato.

Icona intramontabile non del cinema horror (come viene spesso detto) o di genere (è l’opzione 2) ma DEL CINEMA e basta, Christopher Lee ha in saccoccia più di 200 apparizioni su grande e piccolo schermo e un’infilata di ruoli iconici tra i quali spicca ovviamente Dracula, che l’ha reso famoso e (letteralmente) immortale, ma anche Sherlock Holmes, Saruman nella trilogia de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit e il Conte Doku in Star Wars.

E’ l’ultimo e il più giovane di una generazioni di attori indimenticabili per tutti i fan, ma purtroppo troppo spesso sconosciuti al resto del mondo, dei quali vogliamo ricordare anche Vincent Price e Peter Cushing, grandi amici di Lee. Tutti loro se fossero in attività oggi, siamo sicuri, farebbero la gioia di Tumblr.

Negli ultimi anni, oltre ad aver partecipato a numerosi lungometraggi, Christopher Lee ha inciso anche un album Metal. A novant’anni suonati. Così per farvelo sapere.

Lee non sarà stato immortale (sulla sua lapide per sicurezza ha fatto incidere un profetico I’ll be back/Tornerò) ma possiamo dire con tranquillità che per tutti noi fan, lo sarà sempre.

Tanto non è morto.

Vi lasciamo qui il link ad un bellissimo video tributo alla sua carriera, accompagnato dalla canzone The Last Goodbye, tratta da Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate.


Barbican Hamlet 

5 AGOSTO/31 OTTOBRE 2015

Annunciato con un più di un anno d’anticipo e passato alla storia come lo spettacolo del National Theatre che ha totalizzato il maggior numero di pre(pre pre pre)vendite, il successo di Hamlet è dovuto in larga (larghissima) parte ai fan. In questo caso ai fan di Benedict Cumberbatch.

Agli hunger games per accaparrarsi i biglietti online, con ore di code virtuali, sono seguite per molti (gli sfortunati che non erano riusciti nell’impresa) ore (per non dire GIORNI) di attesa al botteghino del Barbican, nella speranza di ottenere almeno uno dei tanto ambiti biglietti a 10 sterline che ogni giorno venivano resi disponibili.

Se a questo sommiamo le spesso apparentemente interminabili ore di attesa alla stage door per vedere (o anche all’occorrenza spalmarsi) un sudatissimo, stanchissimo, ma sempre bellissimo Benedict (e su un coccoloso Matthew Steer, mi raccomando, date retta a mamma, segnatevi sto nome), allora possiamo davvero arrivare a capire quale cosa profonda, pura e spesso folle cose sia essere fan.

Al centro di svariate polemiche da parte dei puristi dell’opera (discutibile categoria umana che più passa il tempo più diventa irritante) e argomento preferito del gossip made in UK (ma non solo) per diversi mesi a causa del suo pubblico composto prevalentemente da fangirl, questo spettacolo è destinato a rimanere non solo negli annali del NT per il suo straordinario successo, ma anche nella memoria dei fans come prova inconfutabile che siamo forti, siamo tanti e che all’occorrenza ne sappiamo di più degli esperti del settore.


Goodbye Mr. Craven

30 agosto 2015
Art di Latuff (qui il link al twitter dell’artista)

Questo 2015 è stato un anno difficile in questo ad… addii, nel mondo fandom.

Wes Craven, indiscusso guru del cinema horror e tra i registi più creativi, innovativi e brillati che questo genere abbia mai vantato, se n’è andato lasciando un vuoto incolmabile. Perchè siamo sicuri, erano ancora molte le cose che poteva dirci e offrire attraverso il suo cinema.

Papà di uno dei generi che storicamente ha il rapporto più stretto con il fandom, Craven ha sempre “dialogato” con i fan attraverso i suoi film, offrendo delle riflessioni, spesso anche severe seppur velate d’ironia, sul mondo dei fan e in generale dei prodotti che sono al centro del loro interesse.

Con successi come Nightmare e Scream, si è guadagnato il successo internazionale e l’amore incondizionato di un vastissimo pubblico di appassionati che lo ricorderà per sempre.

Abbiamo parlato di Wes Craven, di alcuni suoi film e del rapporto con il mondo del fandom nell’articolo Horror movies do it better! Come l’horror racconta il fandom.


Moffat e (plot twist!) il Lucca Comics & Games

31 OTTOBRE 2015

Signore e Signori del Tempo, Detective dagli zigomi taglienti, mettete a letto i bambini: sbarca in Italia il Signore Oscuro dei Feels. Steven Moffat partecipa per ben due giorni (31 Ottobre – 1 Novembre) alla fiera del fumetto più importante d’Europa: Lucca Comics and Games. Sebbene dalla redazione ci facciano giustamente notare che, in realtà, il nostro Moffattino non abbia mai veramente ucciso alcun personaggio delle due celebri serie TV di cui è showrunner (Doctor Who e Sherlock, per chi vivesse nelle grotte della Presila), è sicuramente responsabile di copiose lacrime e sedute psichiatriche. Amato ed odiato da molti, quest’anno ci ha degnato della sua fugacissima presenza in Italia, facendo foto con i fan per strada, rispondendo a domande di fan e giornalisti e mandando al nostro caro Twelve un video della sala gremita che pronuncia finalmente in modo corretto il suo nome: CAPALDI! (e non CapOldi, come quegli ingrati si ostinano a pronunciare).

Video completo a questo link

Recuperate il nostro articolo dal Lucca Comics & Games a questo link


Il ritorno di Star Wars

16 DICEMBRE 2015

Siamo sopravvissuti a più di trent’anni di attesa e ad una parentesi fatta di dialoghi improponibili che preferiamo scordare sia mai esistita. Poi, per fortuna, a dicembre 2015 il nuovo episodio di Star Wars è venuto a noi ed è stato esattamente quello che speravamo di vedere: atmosfere alla “A New Hope”, un trio di protagonisti che possiamo solamente applaudire, vecchie glorie, nuovi meme e feels a non finire. Dovremo aspettare il 2017 per vedere cosa ci riserva Episodio VIII, ma a fine 2016 tutti in sala per il primo spin-off ufficiale Rogue One: a Star Wars Story, con Mads Mikkelsen.

Articoli di fanheart3 dedicati a Il Risveglio della Forza:
Star Wars Day: Il risveglio del fandom (ed è già trend)
Star Wars: Rey, I am your father! – tutte le principali teorie dei fan (e qualche certezza…)
Su Kylo Ren e l’istinto materno che si nasconde in tutti noi
Stormpilot, il pairing che ha conquistato la Galassia


Goodbye, Downton Abbey

25 DICEMBRE 2015

Con lo speciale di Natale 2015, si è conclusa ufficialmente la celebre serie squisitamente British ambientata nello Yorkshire tra il 1919 e il 1924, a cavallo della prima guerra mondiale. La serie, suddivisa in sei stagioni da 9 puntate, racconta le vicende dell’aristocratica famiglia Crawley e della sua servitù nella tenuta di Downton Abbey (ma va?), ma soprattutto il modo in cui questi si trovano ad affrontare i precipitosi cambiamenti sociali e tecnologici che il primo conflitto mondiale si trascina dietro. Lungi da noi fare spoiler, per chiunque non avesse avuto ancora modo di recuperare: possiamo solo dire che il finale da un’ora e mezza mette un punto definitivo a qualsiasi vicenda lasciata in sospeso fino a quel momento. Dunque, con la commozione nel cuore di Sam, Pipino e Merry che guardano la nave di Frodo e Gandalf salpare per sempre (ma anche molto meno, eh), salutiamo Violet (Maggie Smith), Robert (Hugh Bonneville), Cora (Elizabeth McGovern), Mary (Michelle Dockery) ed Edith (Laura Carmichael) e l’intera servitù sopravvissuta a guerra, influenza Spagnola, incidenti automobilistici, violenze, arresti cardiaci, ulcere gastriche, anemia perniciosa, Parkinson… ok, basta così. Ciao! Statemi benone, eh.


fanhunt – la prima caccia al tesoro fandom organizzata da fanheart3

20 SETTEMBRE 2015

Sì, “prima”, perché stiamo già progettando di fare una seconda quindi, preparatevi…

Il nostro primo evento in assoluto è stato un bel successo sia come partecipanti che come svolgimento: ci siamo divertite moltissimo a vedervi correre per Padova risolvendo indovinelli, immortalate in esilaranti selfie, foto e video. Avete usato tutti i nostri suggerimenti, le vostre capacità attoriali farebbero perdere (di nuovo) l’Oscar a Di Caprio!

E se gli indizi erano troppo semplici (eh la prima volta si ha sempre paura che la gente non capisca bene cosa fare…) la prossima volta saremo molto più cattive… 😉

Stay tuned per altre info sulla prossima fanhunt e nel frattempo, riguardiamoci le foto della prima edizione e le vostre immagini e video!

fanhunt: la caccia al tesoro fandom di fanheart3
fanhunt: la caccia al tesoro fandom di fanheart3

Agnese

Presidente, autrice.

"The only way to be happy is to love. Unless you love, your life will flash by" The Tree of Life, 2011